twitterlinkedinmail


L’intervista di Alessandro Parisi (specialista in Blockchain e Artificial Intelligence) in occasione dell’evento “La Sicurezza partecipata”, tenutosi a Roma, presso la Pontificia Università Urbaniana il 12 dicembre 2019.

Tra i temi affrontati nell’intervista vi sono i possibili scenari di integrazione tra Blockchain, Artificial Intelligence, Industry 4.0 e Smart Contracts.



D. Buongiorno, siamo qui all’evento “Dialogo e Sicurezza nel mondo 4.0” a Roma in compagnia di Alessandro Parisi, specialista in Blockchain e Artificial Intelligence.
Innanzitutto la ringraziamo di avere accettato la nostra intervista.

R. Grazie a voi!

D. Partiamo subito con la prima domanda: Dato che lei è uno specialista in ambito Blockchain, che impatto avrà questa tecnologia sull’Intelligenza Artificiale?

R. Il primo profilo che mi viene in mente è nel settore della Industry 4.0 abbinato con l’Artificial Intelligence. Possiamo ipotizzare uno scenario, ad esempio, “l’algoritmo stabilisce una quantità e un prezzo per un asset che può essere sia una merce in magazzino sia un asset finanziario”. Date queste condizioni, ottimizzate dall’algoritmo, esse verranno concretate all’interno di Smart Contracts, per essere poi inseriti nella Blockchain. In questo modo viene eliminato un passaggio importante, che è quello della cassa di compensazione, se siamo in ambito finanziario, o, comunque, viene integrato un meccanismo agile, in linea con il paradigma Industry 4.0.

D. Benissimo! Come si rapportano queste due tecnologie?

R. In maniera assolutamente sinergica, perché se da una parte l’intelligenza artificiale ha il compito di ottimizzare quelli che sono degli input in maniera predittiva, dall’altra parte la Blockchain, e tutto l’ecosistema che ruota intorno ad essa, interagisce per far sì che il tutto si sviluppi in modo sicuro e organico.

D. Abbiamo visto che ha scritto un libro che riguarda l’intelligenza artificiale e cybersecurity, ci può parlare di questo progetto anche riguardo alla Blockchain?

R. Il libro che è stato pubblicato quest’estate analizza in maniera specifica l’applicazione dell’Artificial Intelligence nell’ambito della Cybersecurity. Mentre il prossimo libro, che verrà pubblicato nella primavera del 2020, tratterà in modo specifico della sicurezza della Blockchain, che pertanto consiglio a tutti i lettori interessati.

D. Dr. Alessandro, vuole cogliere l’occasione per porre dei saluti?

R. Grazie a voi, buon proseguimento e buon divertimento con il convegno.

D. La ringraziamo per la sua disponibilità, qua sotto gli utenti troveranno i suoi contatti.